lavera Fluoruro di sodio

Fluoruro di sodio

Origine

Il fluoruro si trova in natura solo combinato con altri elementi e costituisce circa lo 0,065% dello strato superiore della crosta terrestre, spessa 16 Km. Il fluoruro è presente in molti tipi di rocce ignee. Si trova principalmente nel fluoruro di calcio, ma anche nella criolite, nell'apatite, nel topazio, nella mica e in molti altri silicati, così come, anche se in minor quantità, in sedimenti, carboni, coralli e nei crostacei. Tracce di fluoruro possono essere trovate in diversi organismi. Ad esempio, tè, asparagi e pesce ne presentano un elevato contenuto. Non è possibile includere fluoruro naturale nei dentifrici, in quanto a oggi non è ancora stato sviluppato un processo che ne consenta l'estrazione. È per questo motivo che lavera utilizza fluoruri prodotti in laboratorio, molto simili alla sostanza presente in natura. La sostanza consiste in una polvere fina e di colore bianco, priva di odori e delicata su pelle e mucose. Per l'igiene orale, la concentrazione massima consentita di fluoruro di sodio è di 0,30% (F-0,15%/1500 ppm).

Effetto

Il fluoruro di sodio è importante per prevenire le malattie dentali (profilassi della carie). Inoltre, è fondamentale per lo smalto dei denti. Infatti indurisce il dente e lo rende più resistente agli acidi. Questi acidi vengono prodotti dai batteri nella bocca e, in particolare, sulla placca. È largamente riconosciuto che il fluoruro di sodio ostacola questi batteri e impedisce persino la produzione di acidi. L'applicazione topica di fluoruro di sodio sulla superficie esterna del dente stimola la creazione di uno strato di fluoruro di calcio (CaF2), che favorisce la remineralizzazione dello smalto dentale. Il fluoruro contribuisce alla protezione dentale in vari modi. Come già detto, favorisce la remineralizzazione. Inoltre, fa sì che il fosfato di calcio venga integrato più rapidamente nello smalto dentale. Vantaggio: ciò riduce la possibilità che i batteri si approfittino dei punti deboli dello smalto e diminuisce il rischio di carie. Il fluoruro viene immagazzinato nello smalto dentale, proprio come il fosfato di calcio. Vantaggio: quando gli acidi iniziano a provocare la demineralizzazione, il fluoruro è già sul posto per velocizzare la remineralizzazione. Il fluoruro, quando viene applicato sui denti con il dentifricio o altri gel, forma una specie di rivestimento protettivo di fluoruro di calcio attorno al dente. Vantaggio: qualsiasi acido prodotto viene neutralizzato istantaneamente da questa barriera, i minerali non vengono intaccati e lo smalto resta forte. Il fluoruro, inoltre, penetra nei batteri e interrompe il loro metabolismo. Vantaggio: la produzione di acidi dannosi per il dente viene inibita.

Contenuto in
Torna
su